La Repubblica di Serbia verso l'integrazione europea:
un'opportunità per le piccole e medie imprese italiane della filiera agroalimentare

Un confronto con esperti

Un seminario con esperti internazionali per esplorare le potenzialità di sviluppo e internazionalizzazione per le piccole e medie imprese della filiera agroalimentare italiana offerte dal processo di integrazione europea della Repubblica di Serbia.

Obiettivi del seminario

  • Conoscere lo scenario economico entro cui possono cooperare piccole e medie imprese agroalimentari italiane e serbe
  • Presentare le opportunità offerte dalla programmazione dei fondi europei 2014-2020
  • Analizzare gli errori commessi da altri paesi nella gestione dei fondi comunitari
  • Confrontarsi con le esperienze vissute direttamente da esperti nazionali e internazionali

Pubblico di riferimento

  • Imprenditori e manager di imprese piccole e medie della filiera agroalimentare
  • Consulenti di internazionalizzazione di impresa
  • Studiosi di geopolitica ed economia dei Balcani

I contenuti del seminario

Le piccole e medie imprese della filiera agroalimentare italiana sono uno degli elementi di eccellenza del sistema produttivo nazionale, capaci di trainare il rilancio del paese sulla base di un mix unico di cura del prodotto, visione globale e innovazione.

La crisi del mercato domestico degli ultimi anni ha da una parte fatto emergere la necessità di riorganizzare la catena del valore su base transnazionale al fine di competere al meglio sul mercato globale, dall'altra spinge a trasferire tecnologie e competenze a imprese partner di altri paesi al fine di rafforzare l'impresa-rete nel suo insieme. Entrambi questi processi sono altamente complessi e richiedono competenze multidisciplinari, ricerca e soluzioni innovative e spesso basate sulle tecnologie digitali. Si tratta dunque di ambiti che potrebbero risultare certamente idonei per proposte progettuali all'interno dei fondi comunitari.

La Repubblica di Serbia, storicamenta legata all'Italia da affinita elettive di varia natura e da un forte desiderio di collaborazione, ha un potenziale agricolo ancora in gran parte inespresso o sottolutilizzato e, attraverso un compentente uso dei fondi europei, puo diventare per molte imprese agroalimentari italiane uno snodo produttivo e logistico importante per raggiungere nuovi mercati, sviluppare mix di offerta innovativi, ingrandire la scala dei prodotti di nicchia e di alta qualita.

Modulo di Registrazione

 

Grazie per la vostra richiesta.

Verrete ricontattati a breve.

Si e verificato un errore.

La invitiamo a ripetere la registrazione.

 

Promosso da

La eastCOM Consulting testata nuova ita UniCredit
 

Programma

Prima Parte - La Repubblica di Serbia verso l'integrazione europea: prospettive geopolitiche e opportunità di investimento
15:00 — 15:20

Registrazione dei partecipanti

15:20 — 15:40

Valentino De Bernardis: "Serbia at a glance": Prospettive macroeconomiche e politiche della Repubblica di Serbia quale paese candidato all'Unione Europea

15:40 — 16:00

Biagio Carrano: La presenza di piccole e medie imprese italiane in Serbia: la funzione e i vantaggi del paese balcanico nei loro processi di internazionalizzazione

16:00 — 16:20

Ranka Miljenovic: Panoramica sulle piccole e medie imprese serbe in campo agroalimentare: caratteristiche e modalità operative e strategie

Seconda Parte - Buone pratiche e insuccessi nell'utilizzo dei fondi europei per lo sviluppo agroalimentare in Europa Sud orientale
16:20 — 16:40

Irene Monasterolo, "La recente e complessa esperienza della Croazia: cosa imparare dagli insuccessi della programmazione degli strumenti Ue per lo sviluppo del settore agricolo e rurale"

16:40 — 17:00

Cristina Brasili, "Le ragioni dell'insuccesso delle regioni del Mezzogiorno d'Italia nell'uso dei fondi europei"

17:00 — 17:20

Morena Diazzi: "Le ragioni del successo della programmazione della Regione Emilia-Romagna: focus su PMI e distretti industriali"

17:20 — 18:00

Domande e risposte/Dibattito

18:00 — 19:30

Aperitivo di networking in Halldis Gallery

East, la rivista bimestrale di economia, politica e cultura internazionale, regalerà un abbonamento annuale ai primi 20 partecipanti che si registreranno tramite questo sito
 

Relatori

  • Valentino De
    Bernardis

    LinkedIn
    Email

    Analista politico presso UniCredit Political Risk & Country Analysis, per cui segue l'area dei Balcani occidentali. Laureato in Relazioni Internazionali presso l'Università di Bologna con un Master di II livello in Banking ed Entrepreneurship.

  • Biagio
    Carrano

    LinkedIn
    Email

    Titolare della eastCOM Consulting di Belgrado e ideatore e direttore del portale Serbian Monitor. si occupa di internazionalizzazione e digitalizzazione di impresa. Dal 2003 docente in molti master e corsi di specializzazione della business school de Il Sole 24ORE.

  • Ranka
    Milijenovic

    LinkedIn
    Email

    Senior Project Manager presso il Centar za Evropske Politike di Belgrado, ha guidato il dipartimento per il supporto alle piccole e medie imprese e per l'integrazione europea del Ministero dell'Economia della Repubblica di Serbia, in particolare l'allineamento del settore alle politiche dell'Unione.

  • Irene
    Monasterolo

    LinkedIn
    Email

    Ricercatrice CNR, post doc research fellow al Global Sustainability Institute dell'Università Anglia Ruskin di Cambridge. Responsabile per la Banca Mondiale della revisione della strategia di programmazione per lo sviluppo rurale, ambientale e regionale della Croazia.

  • Cristina
    Brasili

    LinkedIn
    Email

    Docente di Politica economica all'Universita di Bologna e titolare del corso di Politiche Economiche Regionali nella Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo Internazionale e Diritti Umani. Presidente dell'associazione di analisi delle economie regionali RegiosS (www.regiosS.it)

  • Morena
    Diazzi

    LinkedIn
    Email

    Direttore Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo della Regione Emilia Romagna, Responsabile del desk regionale per l'internazionalizzazione delle piccole e medie imprese, ha ampia esperienza nelle dinamiche di sviluppo dei distretti industriale in relazione alle politiche pubbliche.

 

La Sede

Il Lounge e uno spazio accogliente e funzionale con vista sulla Stazione Monumentale, sulle Alpi e sulla nuova sede della Regione Lombardia.

Il Lounge si trova all'ultimo piano della Blend Tower, in piazza 4 Novembre 7, Milano, a soli 50 metri dalla Stazione Centrale e dall'Hotel Gallia.

Venue
Venue

Al termine del seminario, un aperitivo nell'Halldis Gallery consentirà agli ospiti di conoscersi e di avere la possibilità di porre interrogativi e richieste di approfondimenti ai relatori.

Venue
 
 

Partner del seminario

Serbian Monitor CEP